Forum "Amanti della musica" - Agibilità
Forum

Forum "Amanti della musica"
[ Home | Regole | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi | Download | Cerca | FAQ ]
Gli utenti che non scrivono messaggi da 5 mesi, vengono cancellati dal forum.
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Musicisti e... ... ... ... ... !
 S.I.A.E. ... ... dintorni!
 Agibilità
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Mario Pompeo
Conosciuto


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Trieste


128 Messaggi

Inserito il - 01 marzo 2012 : 23:01:17  Mostra Profilo Invia a Mario Pompeo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Possiamo discutere dell'agibilità?
Lo sapete che per agibilità si intendono i contributi Enpals (ora Inps) ed Inail che dovrebbero essere versati quando si fa una serata?


mcattaruzza@yahoo.it

stefy
Buon amico


tripper2


Regione: Piemonte
Città: torino


621 Messaggi

Inserito il - 17 aprile 2012 : 10:45:18  Mostra Profilo Invia a stefy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Mario.. sì ho sentito che qualcosa a proposito del fatto che l'empals passasse all'inps ma non ho capito un accidenti in merito.. so che se non si superano i 5000 euro l'anno e si versano già i contributi allo stato perchè lavoratori dipendenti a tempo pieno in altri settori, non si è tenuti a versare questi contributi.. ma mi piacerebbe saperne di più e capire come muovermi perchè, temo che, anche se io faccio parte di questa categoria, sia comunque possibile incappare in qualche multa prima o poi..

stefania_longo@hotmail.it;
Torna all'inizio della Pagina

Mario Pompeo
Conosciuto


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Trieste


128 Messaggi

Inserito il - 25 aprile 2012 : 23:02:40  Mostra Profilo Invia a Mario Pompeo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Stefania........... per quel che ne so, ti racconto quanto segue:
C'era una volta la SIAE, che nei suoi uffici ospitava l'EMPALS, nella mia città di 260.000 abitanti con un unico rappresentante; quest'ultimo doveva sopraintendere proprio alla registrazione dell'agibilità. Nel mese di marzo ultimo scorso sono stato negli uffici SIAE e mi hanno riferito che da un certo tempo (non mi hanno detto quanto; però l'hanno sottolineato come una liberazione), non ospitano più il dipendente dell'EMPALS e che se si vuol discutere di agibilità si deve parlare con Venezia (unico riferimento per tutto il Triveneto).
Mi sono recato pure all'INPS e parlando con gli impiegati, addetti alla gestione dei versamenti dei contributi per l'attività lavorative, mi hanno detto per il momento la fusione esiste solamente sulla carta e si stanno chiedendo, loro stessi, chissà quando si effettuerà integralmente.
A questo punto, riprendendo il tuo discorso dei 5.000 E. l'anno di massimale e di attività lavorativa che già versa i contributi attraverso le trattenute operate dal proprio datore di lavoro, tu se fai delle serate cioè attività di intrattenimento (come le definisce la Guardia Di Finanza) sei a posto per quanto riguarda EMPALS ed INAIL.
Ora ipotizziamo un controllo SIAE in una tua serata: chiederanno al gestore del locale la documentazione per il pagamento dei loro balzelli e si aspetteranno da te a fine serata la compilazione del "borerò"; da quel che ti ho riferito sopra, si deduce che se ne strafregheranno dell'agibilità, non di loro competenza.
Altra ipotesi: controllo da parte della GDF (Guardia Di Finanza).
La GDF potrebbe invece chiedere al gestore del locale, la visione della documentazione SIAE, il documento dell'agibilità (di sua competenza, se tu non lavori e quindi non versi i contributi attraverso le trattenute operate dal tuo datore di lavoro); a te invece chiederà i documenti per verificare se entro il giorno 16 del mese seguente, il gestore ha versato (tramite modello F24) la ritenuta di acconto pari al 20% del importo, che tu hai dichiarato ricevere nella ricevuta rilasciata allo stesso gestore.
Attenzione! Se il gestore fa il furbo, cioè si trattiene per se la ritenuta di acconto e quindi non la versa all'Agenzia delle Entrate, quest'ultima a distanza di qualche anno si rifarebbe su di te e quindi oltre a doverla ripagare, dovresti sostenere pure una sanzione pecuniaria.
Soprattutto quest'anno che al Governo c'è Mario (io aggiungo 3M), i controlli della GDF saranno stringenti e quindi triangolando i "bordero" presso la SIAE, con i dati dei locali, con le sedi comunali in cui quest'ultimi hanno chiesto il permesso per l'effettuazione delle serate, risaliranno facilmente a te e quindi verificheranno se hai cantato "in nero" (non intendo in abito scuro).
Con la speranza di essere stato utile non solo a te, rimango sempre disponibile ad approfondire apertamente la discussione.







Torna all'inizio della Pagina

stefy
Buon amico


tripper2


Regione: Piemonte
Città: torino


621 Messaggi

Inserito il - 04 maggio 2012 : 09:16:35  Mostra Profilo Invia a stefy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
d'accordo.. ma scusa l'ignoranza.. se io ho un lavoro a tempo pieno e canto per diletto ogni tanto qua e la.. come faccio a fare una ricevuta? Per fare la ricevuta dovrei avere una partita iva? visto che anche sul sito dell'enpals c'è scritto che le persone che rientrano nella mia categoria non sono tenute a richiedere alcuna agibilità resta comunque la domanda: "come dimostro che non arrivo a guadagnare 5000 euro l'anno? C'è la proprietaria di un locale dove ogni tanto vado che mi sta stressando come se il problema fosse solo mio, lei vuole dichiarare e scaricare la cifra che mi corrisponde per la serata.. e quindi io dovrei rilasciarle una fattura che non posso fare senza partita iva.. non ci capisco nulla.

stefania_longo@hotmail.it;
Torna all'inizio della Pagina

Mario Pompeo
Conosciuto


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Trieste


128 Messaggi

Inserito il - 14 maggio 2012 : 19:20:04  Mostra Profilo Invia a Mario Pompeo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Premesso che se devi fare l'agibilità (Enpals ed Inail), devi sapere che non puoi fatturare, per l'anno corrente, una cifra non inferiore ad E. 45,70 (viene aggiornata di anno in anno). Il problema (intendo l'agibilità) ovviamente non ti riguarda, però se questo è l'importo minimo da poter dichiarare per l'Enpals, penso che difficilmente l'Agenzia delle Entrate ti crederà se rilasci una ricevuta per tale importo; quindi, secondo me (è una mia opinione), devi dichiarare almeno 80 E.
Arriviamo ora al problema: non ho partita IVA e quindi non posso rilasciare una ricevuta fiscale.
Esiste una possibilità per aggirare l'ostacolo: se ti dichiari semplicemente a parole "lavoratore autonomo esercente attività musicali con prestazioni occasionali" puoi rilasciare una nota spese, con la quale certifichi il tuo compenso; ti allego il seguente faxsimile:

Dichiarazione di prestazione occasionale N° ...

La sottoscritta .....................................residente in ....................
....................................................... C.F. .........................

dichiara di ricevere la somma di E. ...................................... a titolo di

prestazione occasionale per la serata svolta in data .................................

Committente: .........................................................................

con sede in Via ......................................................................

C.F. o P.I. ..........................................................................

Prestazione svolta: musica live

Compenso lordo E. ..................................

Rit. Acc. 20% E. ...............................

Compenso netto E. ..................................

Data e firma .........................................................................

Dichiaro inoltre di non essere titolare di P.IVA e di non essere soggetta ad obblighi IVA.

Le parti espressamente e concordemente precisano che si tratta di una prestazione di carattere occasionale, senza alcun vincolo di subordinazione, che rientra tra le prestazioni occasionali previste dall’art. 61, comma 2, del D. Lgs. 276/2003.


Per accettazione del committente …......................................


All'inizio della dichiarazione, dove c'è scritto N° dovrai inserire il numero cronologico della serata; a fine anno riparti da zero.
Attenzione però, che il gestore del locale versi la ritenuta di acconto pari al 20% dell'imponibile (se hai scritto sulla nota spese reddito lordo E. 80,00 scriverai redditto netto E. 66,60 ed alla voce ritenuta d'acconto E. 13,40 [chiaramente arrotonderai per eccesso o per difetto]). A tale scopo meglio fargli firmare una dichiarazione, con la quale egli asserisca d'aver versato la suddetta ritenuta d'acconto (eviterai, eventuali problemi futuri..........).
Inoltre ricordati di presentare la dichiarazione in duplice copia, una per il gestore del locale ed una per te; onde essere ligi al dovere, meglio sarebbe apporre sulla copia che rilasci una marca da bollo da E. 1,81, annullandola con uno scarabocchio qualsiasi.
Purtroppo la cosa non finisce qui: l'anno successivo, nel momento in cui il tuo datore di lavoro ti consegna il cud, dovrai compilare la dichiarazione dei redditi, riportando il totale dei compensi avuti per aver svolto le tue serate musicali, conguagliando all'occorrenza i versamenti (ritenute di acconto) che i gestori dei locali hanno effettuato con il mod. F24.
Spero di non averti tediato, ma personalmente voglio tentare di essere sempre preciso, sia nelle parole che nei fatti.
Auspico un allargamento della discussione, cosicché tutti possiamo trarne vantaggio.
Torna all'inizio della Pagina

ulisse
Miglior amico del Forum


ulisse2


Regione: Toscana
Città: pisa


2614 Messaggi

Inserito il - 19 settembre 2012 : 22:47:38  Mostra Profilo Invia a ulisse un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scusate se mi interesso del fatto....Io volevo iscrivermi perché io faccio delle serate per divertimento gratuite... e sono andato dal commercialista proprio per questo problema,ma quando ho sentito che ci voleva circa 200,00 € all'anno e poi da versare circa 20,00 € a serata ho detto andate a fare inc**o....scusate la parolaccia ma lo detta al commercialista e la racconto come lo detta By ulisse

ulissegreco@libero.it

Le mie interpretazioni
http://www.youtube.com/user/ulisse22100
La musica e come dovere scegliere tra vivere o morire:io ho scelto la musica e quindi vivere...ulisse
Torna all'inizio della Pagina

Mario Pompeo
Conosciuto


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Trieste


128 Messaggi

Inserito il - 27 settembre 2012 : 00:09:44  Mostra Profilo Invia a Mario Pompeo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Rispondo a Pitone64 ed a tutti quelli che potrebbero trovarsi nella stessa posizione:
Nel caso di un'artista che si esibisca gratuitamente, l'Agenzia delle Entrate (Guardia di Finanza che può verificare se è stata fatta l'Agibilità) lo ritiene possibile, a patto che accada una sola volta per un determinato locale; tuttavia l'Agibilità dovrà essere comunque pagata per la quota minima che corrisponde ad E.16,00 per l'anno corrente (l'Enpals e l'Inail lo reclamano).
In pratica: se per l'Enpals la fattura (se hai partita IVA) o la nota spese (se non c'è l'hai) deve riportare (per il corrente anno) la cifra non inferiore ad E. 45,70 (arrotondando E 46,00), il valore dell'Agibilità da versare sarà il 33% di 46,00 che risulterà 15,18 cioè arrotondando E 16,00.
Se ti esibisci gratuitamente in un locale pubblico, dove può entrare chiunque, dove c'è il cartello festa privata, devi comunque dire al gestore (lui deve "assumerti" per quella serata) che deve versare i suddetti E. 16,00 (E. 15,00 all'Enpals ed E. 1,00 all'Inail); l'Agibilità è di sua competenza.
Se nel caso di una seconda serata nello stesso locale, il gestore non versa la quota relativa all'Agibilità, e non è in grado di dimostrare che antecedentemente non avete preso nessun accordo in merito (potete anche non averne minimamente parlato), allorché arriverà la Guardia di Finanza sarà lui che dovrà pagare la sanzione; risulta evidente, a questo punto, che in quel locale tu non farai più alcuna serata.
Altra incombenza del gestore del locale è la Siae; tu devi solamente compilare il borderò.
Ad un eventuale controllo della Siae o della Guardia di Finanza, nessuno dei due può sequestrarti la tua strumentazione/impianto, nel caso in cui il gestore del locale non abbia assolto le suddette incombenze.
Diversamente può accadere, se il controllo viene eseguito dalla Polizia Municipale: nell'ipotesi che qualche persona fastidiosa (per il volume troppo alto, ne troverai molte), chieda l'intervento di quest'ultima, il magistrato a cui si rivolgono potrebbe disporre il sequestro di tutta la strumentazione di proprietà dell'artista; a maggior ragione se il gestore del locale non ha chiesto ai competenti uffici comunali il permesso per lo svolgimento della serata.
Come vedi cercano in tutti i modi di farti passare la voglia di esibirti nelle tue performance.

Modificato da - Mario Pompeo in data 27 settembre 2012 00:11:34
Torna all'inizio della Pagina

Mario Pompeo
Conosciuto


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Città: Trieste


128 Messaggi

Inserito il - 27 settembre 2012 : 15:00:27  Mostra Profilo Invia a Mario Pompeo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Avendo riportato qualche inesattezza, chiedo cortesemente all'Amministratore del Forum voler cancellare il post precedente e sostituirlo con quello qui di seguito riportato.
Rispondo a Pitone64 ed a tutti quelli che potrebbero trovarsi nella stessa posizione:
Nel caso di un'artista che si esibisca gratuitamente, l'Agenzia delle Entrate (Guardia di Finanza che può verificare se è stata fatta l'Agibilità) lo ritiene possibile, a patto che accada una sola volta per un determinato locale e quindi non pretende alcuna tassazione; tuttavia l'Agibilità dovrà essere comunque pagata per la quota minima che corrisponde ad E.16,00 per l'anno corrente (l'Enpals e l'Inail lo reclamano).
In pratica: se per l'Enpals la fattura (se hai partita IVA) o la nota spese (se non c'è l'hai) deve riportare (per il corrente anno) la cifra non inferiore ad E. 45,70 (arrotondando E. 46,00), il valore dell'Agibilità da versare sarà il 33% di 46,00 che risulterà 15,18 cioè arrotondando E. 16,00.
Se ti esibisci gratuitamente in un locale pubblico, dove può entrare chiunque, dove c'è il cartello festa privata, devi comunque dire al gestore (lui deve "assumerti" per quella serata) che deve versare i suddetti E. 16,00 (E. 15,00 all'Enpals ed E. 1,00 all'Inail); l'Agibilità è di sua competenza.
Se nel caso di una serata, il gestore non versa la quota relativa all'Agibilità, e non è in grado di dimostrare che antecedentemente non avete preso nessun accordo in merito (potete anche non averne minimamente parlato), allorché arriverà la Guardia di Finanza sarà lui che dovrà pagare la sanzione; risulta evidente, a questo punto, che in quel locale tu non farai più alcuna serata.
Altra incombenza del gestore del locale è la Siae; tu devi solamente compilare il borderò.
Ad un eventuale controllo della Siae o della Guardia di Finanza, nessuno dei due può sequestrarti la tua strumentazione/impianto, nel caso in cui il gestore del locale non abbia assolto le suddette incombenze.
Diversamente può accadere, se il controllo viene eseguito dalla Polizia Municipale: nell'ipotesi che qualche persona fastidiosa (per il volume troppo alto, ne troverai molte), chieda l'intervento di quest'ultima, il magistrato a cui si rivolgono potrebbe disporre il sequestro di tutta la strumentazione di proprietà dell'artista; a maggior ragione se il gestore del locale non ha chiesto ai competenti uffici comunali il permesso per lo svolgimento della serata.
Come vedi cercano in tutti i modi di farti passare la voglia di esibirti nelle tue performance. 
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Forum "Amanti della musica" © 2003-2016 Clopedia.net Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000